Grillo e Berlusconi, gli stessi meccanismi

Prima precisazione: non ho nulla contro il Movimento 5 Stelle, formazione politica che ha i suoi perché ed essendo entro i limiti della democrazia merita tutto il rispetto del caso.


Prendo spunto, invece, dall’articolo su Beppe Grillo pubblicato sull’Espresso, e che ha fatto tanto incazzare il comico genovese. Perché? Perché ripropone alcune cose che lui ha detto, esattamente come fa lui con tutti gli altri, di cui evidentemente non è fiero ed è troppo orgoglioso per ammetterlo.

Personalmente non stimo più Grillo dal 2007, quando sul suo blog si espresse sui rom con toni razzisti, e dai commenti mi accorsi che metà dei suoi sostenitori era pacificamente razzista. L’altra metà, per fortuna, no. Da allora ho iniziato a notare i difetti di Grillo, e ho scoperto analogie curiose con un altro istrione, il nostro amato leader Berlusconi.

– Entrambi hanno trovato una fama esplosiva con i nuovi media. Silvio con la TV negli anni ’80, Beppe con Internet nei 2000.
– Entrambi usano i media in senso unidirezionale. Silvio usa la TV e i giornali che sono unidirezionali, e si incazza quando altre TV e giornali gli si contrappongono. Internet non è unidirezionale, ma per Beppe è come se lo fosse, e si incazza quando la bidirezionalità gli si ritorce contro.
– Entrambi tendono a parlare senza ascoltare. Silvio dal podio, dal telefono/schermo, Beppe dal palco, dalla webcam/monitor. Non dialogano, monologano. Non rispondono, ma affossano il dissenso con battutacce.
– Entrambi fanno esclamazioni e battute ad effetto, al limite della verità. Spesso sconfinando, perché così funzionano meglio. Offendono, ridicolizzano, caricano l'”avversario” sempre in contumacia, mai in un faccia a faccia.
– Entrambi sono agitatori e istigatori delle piazze, e amano il pubblico e gli spettatori.
– Entrambi si atteggiano da quello che non sono. Silvio è un premier-operaio-pompiere-ferroviere-politico-muratore-cantautore-ecc… Beppe è un comico-economista-fisico_nucleare-ingegnere-agronomo-sociologo-giurista-ecc…
– Entrambi godono di un supporto quasi mistico dei propri seguaci. Quello che loro dicono “è la verità”. E se dicono una cazzata, “contestualizziamo”, oppure “non è da prendere tutto alla lettera” e “comunque c’è un fondo di verità”.
– Entrambi hanno un atteggiamento messianico, chi li segue è bravo, gli altri sono tutti disonesti. Tutti!
– Entrambi sono legittimati dai sostenitori, ingiudicabili perché votati o acclamati.
– Entrambi, ad un certo punto, non contenti del successo professionale (Silvio imprenditore/editore, Beppe comico/attore) hanno deciso di “scendere in campo” con un movimento politico, incentrato sul loro Ego, per rottamare la vecchia politica.

Mi fermo qui. Ma non riesco a non notare come il livello basso del contesto politico e sociale sia ciò che permette l’ascesa (o discesa) politica di questi personaggi fuori dagli schemi. Ciascuno di loro non contribuisce alla crescita del Paese, ma abbassa ulteriormente il livello (morale, culturale, etico, politico, sociale), spianando la strada al personaggio successivo. Chissà, quindi, cosa verrà dopo Grillo.

2 pensieri su “Grillo e Berlusconi, gli stessi meccanismi

  1. Stanotte, probabilmente, scopriremo che il Mov. 5 Stelle avrà raggiunto altissime percentuali nelle più importanti città d’Italia. Ce ne potremo rallegrare?

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...