Perché il referendum #NOTRIV è una cavolata

E’ un referendum abrogativo. E’ inutile. E’ una presa in giro. E’ l’emblema dell’ipocrisia occidentale.

Il vasto movimento #NOTRIV, di cui fanno parte cittadini e associazioni ambientaliste, ha promosso il referendum abrogativo per bloccare le trivellazioni petrolifere nei mari italiani (entro 12 miglia dalla costa). Abrogativo = se vuoi che non si trivelli devi votare SI’.

Ok, risolveremo così i problemi ambientali? No, neanche un po’, ma proprio zero!

Cerco di contro-argomentare seguendo i 6 punti presentati sul sito di Greenpeace.

1. DIFENDI IL TUO DIRITTO DI SCEGLIERE
E chi lo minaccia? Il fatto che Renzi abbia “anticipato” lo svolgersi del referendum non mette in questione la democraticità dello stesso, per la legge SI’ e NO rimangono pari per dignità, prima del voto. Le anomalie eventuali del referendum abrogativo in Italia non si intaccano partecipando o meno al voto, bensì modificando la costituzione.

2. UNA PERDITA DI PETROLIO SAREBBE UN DISASTRO!
Sarebbe un disastro certamente, dovesse capitare entro e oltre le 12 miglia. Tra l’altro, più lontana è la piattaforma, più difficili sono i soccorsi in caso di avaria. Ma siccome senza petrolio la nostra società non ce la fa, e qualcuno lo deve estrarre, con questo referendum lasciamo che a rischiare siano l’Egitto, i paesi del Golfo Persico, la Nigeria. Perché per noi il nostro mare è più importante del loro, e allora consumiamo il loro petrolio, e teniamo i nostri mari “sicuri”: una specie di “neocolonialismo ambientale”. Il solito sfruttamento occidentale.

3. METTIAMO IN PERICOLO IL MARE PER UN PUGNO DI BARILI!
Dipende da quanto costano i barili. Il prezzo attuale è la garanzia migliore che le trivellazioni non verranno fatte. Qualora il prezzo salisse alle stelle, sono sicuro che non ci sarebbe alcuna remora presso l’opinione pubblica, ambientalisti inclusi, a voler sfruttare i “pochi barili”. E questo referendum lo impedirebbe all’Italia, mentre dalle 12 miglia in poi ci sarebbe comunque il far west.

4. CI GUADAGNANO SOLO I PETROLIERI
Eh sì, i gelatai e le mondine dovranno trovarsi altre fonti di guadagno: ovvio che ci guadagna chi il petrolio lo estrae e vende. Con questo fantastico referendum, invece, daremo un colpo di grazia ai petrolieri, costringendoli a trivellare oltre le 12 miglia dalla costa. Ovvero, sfruttare gli stessi giacimenti SENZA pagare alcuna royalty: il petrolieri ringraziano.

5. LA RICCHEZZA DEL NOSTRO PAESE NON È IL PETROLIO
Ok, turismo, cultura, ambiente. Ma quando il prezzo del barile schizza alle stelle, e noi siamo seduti sull’oro (nero), grazie a questo magnifico referendum non potremo sfruttarlo, ma dovremo acquistarlo tenendoci comunque il rischio del far west che si scatenerebbe al di fuori dalle acque territoriali.

6. LE TRIVELLE NON RISOLVONO I NOSTRI PROBLEMI ENERGETICI
Le trivelle no, ma il petrolio ancora sì. Mi piacerebbe molto che avessimo più fonti pulite (compreso il nucleare), e dobbiamo insistere, ma quello che abbiamo ora non basta a soddisfare la richiesta energetica.
E poi, il petrolio non è solo energia. È anche chimica industriale, nuovi materiali (ecologici), ricerca scientifica, logistica, data-center, internet, TV al plasma, iPhone, pannelli solari, la nostra bicicletta, i bidoni per la differenziata, i farmaci e molte altre cose che nelle nostre società petrolio-dipendenti ci permettono di campare meglio del resto del mondo.
Anche se ci diciamo pronti a rinunciare a queste comodità, non è vero, non vogliamo rinunciare a nulla. Anzi, vogliamo di più e a un prezzo minore!

Per questo motivo

DICHIARO

questo referendum una cavolata. Vabbè, non è la prima volta che ci chiamano al voto per una cavolata. Basta che non smettano di chiamarci.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...